Costruiamo il Welfare di Domani

Le sofferenze sociali generate dalla crisi in atto e i vincoli di bilancio sollecitano urgenti riforme attuabili ottimizzando l’uso delle risorse oggi disponibili. A due anni dal convegno Disegnamo il welfare di domani, il 26 settembre prossimo si terrà a Milano il convegno Costruiamo il welfare di domani, dove verranno presentate e discusse proposte di riforma delle politiche socio-assistenziali che da allora abbiamo approfondito, verificato anche con simulazioni quantitative, confrontato con pubblicazioni e con incontri e dibattiti.

La finalità è di migliorare l’efficacia, l’equità e l’efficienza dell’intero sistema riaggregando e ridefinendo profondamente le attuali misure, e in particolare le erogazioni monetarie nazionali, per affidare sempre più a sistemi di servizi sociali territoriali la progettazione e la gestione di interventi appropriati alle specifiche condizioni delle persone e delle famiglie. Le soluzioni agibili ci sono e nel convegno presenteremo proposte concrete per confrontarci in merito con attori istituzionali e sociali, operatori professionali, esperti. Molte delle soluzioni del passato non sono oggi accettabili e vogliamo allora condividere l’esigenza e insieme trovare il coraggio per soluzioni efficaci rispetto ai bisogni, coerenti nel loro insieme, adeguate alle attuali esigenze sociali, e quindi necessariamente innovative.

Autorevoli discussant (Maria Cecilia Guerra, Viceministro del Lavoro e delle Politiche sociali; Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano; Lorena Rambaudi, Coordinatore Assessori alle Politiche sociali delle Regioni e Province autonome; Pietro Barbieri, Portavoce del Forum nazionale del Terzo settore) approfondiranno e commenteranno i contenuti esposti da Emanuele Ranci Ortigosa e da Bosi, e Gad Lerner modererà gli interventi.

Nel pomeriggio tre workshop approfondiranno e discuteranno la proposta di riforma per tre importanti politiche sociali (Politiche di sostegno alle famiglie con figli, Politiche di sostegno alla non autosufficienza, Politiche di contrasto alla povertà e di inserimento sociale e lavorativo).

La proposta di riforma è stata sviluppata da ARS, associazione non profit, con la collaborazione dell’IRS e del Capp dell’Università di Modena e Reggio Emilia, e con il patrocinio della Fondazione Cariplo. Al progetto partecipano le Regioni Emilia Romagna e Puglia. Al convegno verrà distribuito il monografico di Prospettive Sociali e Sanitarie con il testo integrale della ricerca e delle proposte.

Il CROAS Lombardia ha concesso 6 crediti formativi per assistenti sociali per i partecipanti all’evento.